filippo bombace architect

flash house

roma (italy) - 2006

ph. : luigi filetici

1/7

Un veloce ma deciso tratto progettuale conferisce un diverso indirizzo architettonico ad un villino bifamiliare alle porte di Roma, acquisito al rustico e altrimenti destinato ad un anonimo intervento di completamento.

 

La giovane coppia di Committenti decide di orientarsi verso un intervento netto e pulito per i tre livelli a disposizione, decisamente contemporaneo, contagiando e coinvolgendo nella stessa operazione, il resto della famiglia, proprietaria dell’adiacente unità.

 

Ne scaturisce una progettazione doppia, a tratti simmetrica e a tratti differenziata dalle diverse esigenze familiari, che vede però coerentemente parlare un unico linguaggio compositivo, seppur gestito con lievi ma significative varianti materiche.

 

Relativamente agli esterni si ritengono quindi sufficienti una veletta a nascondere la linea di gronda e l’adozione di un delicato bris-soleil in alluminio grigio al posto di un più tradizionale parapetto, a garantire una nuova lettura del fabbricato

 

Ristretta la palette di materiali, sia per gli esterni che per gli interni, tutta incentrata sui vari toni del grigio.  Unica deroga l’utilizzo di un tavolame di larice per alcune porzioni di pavimentazioni esterne e di rivestimento a parete negli interni.