"VUOTOPIENO"

Roma (Italy) - 2020

immagini: Serena Eller 

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/18

VUOTOPIENO è l’espressione con cui lo stesso Cliente ha voluto sintetizzare il carattere dell’intervento di recupero da mettere in atto su una bella unità immobiliare di fine ‘800 nel rione Prati in Roma, volendo ritrarre così, con questa espressione, il senso di vuoto, ordine e pulizia desiderato, fuso con le caratteristiche invece più funzionali necessarie ad un’abitazione da dedicare al turismo.

Quel turismo che viene a Roma desiderando di vivere qui i caratteri più veraci e genuini della città del secolo scorso, da godere con tutto il confort delle tecnologie di oggi, opportunamente velate dai sapori ruvidi di un’elegante struttura ricettiva sulle sponde del fiume Tevere.

L’impianto planimetrico ha subito così poche modifiche, consistenti sostanzialmente nell’integrazione di un secondo bagno e di alcuni locali di servizio funzionali alla futura attività, mentre dal punto di vista delle finiture si è ritenuto di conservare il pathos originale del fabbricato, recuperandone i caratteri architettonici e le finiture: le pavimentazioni in cementine, i soffitti a volta, gli infissi e i decori ritrovati sotto i vari strati di pitture.

Con gli elementi di arredo si è ritenuto di assecondare i sapori semplici e naturali di un istituto aperto all’ospitalità, costituito di due alloggi ciascuno dotato di soggiorno e camera da letto matrimoniale, oltre ai particolari bagni che completano l’ambientazione.

 

E’ così che fra elementi di design firmato, anonimo e altri di recupero, si delinea il profilo di un’abitazione a tratti vuota e a tratti piena, ma sempre vera nella sua calda ospitalità.